lunedì 16 luglio 2012

Il viaggiatore intergalattico


Il viaggiatore intergalattico
Autor & Editor: Silvano Enzo

Prologo:
 Per arrivare su S31 Andromeda, la galassia più vicina, ci vogliono circa 2,5 milioni di anni viaggiando alla velocità della luce.

Problemi tecnici principali:
Supponendo di poterla raggiunere e interrompere in un tempo ragionevole, senza rimanere schiacciati dall’accelerazione, resta  comunque il problemino  E=mc² di Einstein,  per accelerare un capello alla velocità della luce è necessaria un’energia infinita, perchè raggiunge massa infinita (se non collassa nuclearmente) a velocità prossime a quelle della luce, un capello “corto” potrebbe raggiungere la massa del pianeta Terra. Ed ecco sbucar fuori I problemucci della quantità d’energia necessaria: Produrla, Gestirla, Stoccarla, Utilizzarla… “innimaginabile”!!! 

Risorse e logistica:
Il viaggio dura parecchio, servono piloti, ingegneri, tecnici, (forse anche combattenti?) magari accompagnati dalle famiglie…  Allora servono scuole, tribunali, teatri, ristoranti, chiese etc..
La comunità nonostate tutto sembra limitata, ma per circa 2,5 milioni di anni  bisogna prevedere la  possibilità di sviluppo demografico.  Da scongiurare le “Tappe”,  fermare una nave colossale ad una velocità enorme  per fare scorte, o scaricare, è assurdo,  e poi  tra una galassia e l’altra ci sono anche poche o nessuna opportunità. 

Considerazioni  generali:
Tutto considerato la “nave” intergalattica avrà dimensioni planetarie e sarà necessario il contributo di alcune decine di pianeti popolati come il nostro per poter realizzare un colosso simile.

Ma…

Tenendo conto delle caratteristiche che  deve avere una’astronave intergalattica, quali:  dimensioni, popolazione, risorse energetiche ed ecologiche, velocità. Ogni dettaglio sembra descrivere eattamente il nostro pianeta.
Secondo la teoria del " Red & Blue Shift", l’universo si espande a una velocità prossiama a quella della luce, le galassie si muovono  in modo abbastanza caotico le une contro le altere scontrandosi e attraversandosi,  quindi non è esclua la possibilità di incrociarne qualcuna.

Soluzione:
Il modo migliore per fare un viaggio intergalattico è… Godersi la vita!

Buon viaggio.